Caricamento in corso...

Bando Trentino Sviluppo: l'Ordine interviene

22 Dicembre 2016

Ma Trentino Sviluppo ha deciso di promuovere due bandi per due persone addette all’informazione senza rispettare il requisito dell'iscrizione all'Ordine per i partecipanti. Nei bandi si usano tanti termini stranieri per definire il ruolo di due figure che comunque andranno a sostituire dei giornalisti e a praticare attività giornalistica. Una scelta che non riteniamo accettabile, né corretta, né legale.
Tanto più che Trentino Sviluppo spa è di fatto una agenzia della Provincia, la stessa che dovrebbe essere chiamata a fare rispettare le leggi, come ha fatto recentemente su nostra segnalazione con i Comuni, in particolare quello di Borgo Valsugana che aveva chiamato personale non giornalistico per fare attività di ufficio stampa. La legge 150, che è legge dello Stato, è molto chiara, tanto più con gli enti pubblici. Non si può chiamare personale non giornalistico a fare attività giornalistica.
Per questo motivo l'Ordine chiede che Trentino Sviluppo velocemente cambi quantomeno i bandi aggiungendo il requisito richiesto dell'iscrizione all'Ordine dei giornalisti. Così non fosse vigileremo sulla contrattualizzazione e interverremo se non dovessero essere chiamati giornalisti a svolgere mansioni dell'Ufficio stampa. Usare i social network o altri mezzi tecnologici non significa svolgere attività non giornalistica, questo deve essere chiaro. Per noi sarebbe evidente l'esercizio di abuso della professione.
Ci auguriamo che il buon senso, prima ancora delle regole e delle leggi, possa prevalere.